Centro Aiuto Vita di Legnago

Il messaggio dei vescovi in occasione della 41^ Giornata per la Vita 2019 (3 febbraio) ha come titolo "E' VITA, E' FUTURO" che invita a vedere l'esistenza come "il dono più prezioso fatto all’uomo, attraverso il quale siamo chiamati a partecipare al soffio vitale di Dio nel figlio suo Gesù."

41a GIORNATA PER LA VITA

3 FEBBRAIO 2018

Messaggio del Consiglio Episcopale Permanente per la 41a Giornata Nazionale per la Vita

“LA VITA E’ FUTURO”

Costruiamo oggi, pertanto, una solidale “alleanza tra le generazioni”, come ci ricorda con insistenza Papa Francesco. Così si consolida la certezza Germoglia la speranza

“Ecco, io faccio una cosa nuova:proprio ora germoglia, non ve ne accorgete? Aprirò anche nel deserto una strada, immetterò fiumi nella steppa” (Is 43,19). L’annuncio di Isaia al popolo testimonia una speranza affidabile nel domani di ogni donna e ogni uomo, che ha radici di certezza nel presente, in quello che possiamo riconoscere dell’opera sorgiva di Dio, in ciascun essere umano e in ciascuna famiglia. E’ vita, è futuro nella famiglia! L’esistenza è il dono più prezioso fatto all’uomo, attraverso il quale siamo chiamati a partecipare al soffio vitale di Dio nel figlio suo Gesù. Questa è l’eredità, il germoglio, che possiamo lasciare alle nuove generazioni: “Facciamo del bene, si arricchiscano di opere buone, siano pronti a dare e a condividere: così si metteranno da parte un buon capitale per il futuro, per acquistarsi la vita vera”(1Tim 6,18-19).

Vita che “ringiovanisce”

Gli anziani, che arricchiscono questo nostro Paese, sono la memoria del popolo. Dalla singola cellula all’intera composizione fisica del corpo, dai pensieri, dalle emozioni e dalle relazioni alla vita spirituale, non vi è dimensione dell’esistenza che non si trasformi nel tempo, “ringiovanendosi” anche nella maturità e nell’anzianità, quando non si spegne l’entusiasmo di essere in questo mondo.

Accogliere, servire, promuovere la vita umana e custodire la sua dimora che è la terra significa scegliere di rinnovarsi e rinnovare, di lavorare per il bene comune guardando in avanti.  Proprio lo sguardo saggio e ricco di esperienza degli anziani consentirà di rialzarsi dai terremoti – geologici e dell’anima- che il nostro Paese attraversa.

Generazioni solidali

per il domani dei nostri figli e si spalanca l’orizzonte del dono di sé, che riempie di senso l’esistenza. “Il cristiano guarda alla realtà futura, quella di Dio, per vivere pienamente la vita – con i piedi ben piantati sulla terra – e rispondere, con coraggio, alle innumerevoli sfide”, antiche e nuove. La mancanza di un lavoro stabile e dignitoso spegne nei più giovani l’anelito al futuro e aggrava il calo demografico, dovuto anche ad una mentalità antinatalista che, “non solo determina una situazione in cui l’avvicendarsi delle generazioni non è più assicurato, ma rischia di condurre nel tempo a un impoverimento economico e a una perdita di speranza nell’avvenire”. Si rende sempre più necessario un patto per la natalità, che coinvolga tutte le forze culturali e politiche e, oltre ogni sterile contrapposizione, riconosca la famiglia come grembo generativo del nostro Paese.

L’abbraccio alla vita fragile genera futuro

Per aprire il futuro siamo chiamati all’accoglienza della vita prima e dopo la nascita, in ogni condizione e circostanza in cui essa è debole, minacciata e bisognosa dell’essenziale. Nello stesso tempo ci è chiesta la cura di chi soffre per la mattia, per la violenza subita o per l’emarginazione, con il rispetto dovuto a ogni essere umano quando si presenta fragile. Non vanno poi dimenticati i rischi causati dall’indifferenza, dagli attentati all’integrità e alla salute della “casa comune”, che è il nostro pianeta. La vera ecologia è sempre integrale e custodisce la vita sin dai primi istanti. La vita fragile si genera in un abbraccio: “La difesa dell’innocente che non è nato deve essere chiara, ferma e appassionata, perché lì è in gioco la dignità della vita umana, sempre sacra, e lo esige l’amore per ogni persona al di là del suo sviluppo”. Alla “piaga dell’aborto” - che “ non è un male minore, è un crimine” – si aggiunge il dolore per le donne, gli uomini e i bambini la cui vita, bisognosa di trovare rifugio in una terra sicura, incontra tentativi crescenti di “respingere profughi e migranti verso luoghi dove li aspettano persecuzioni e violenze”.

Incoraggiamo quindi la comunità cristiana e la società civile ad accogliere, custodire e promuovere la vita umana dal concepimento al suo naturale termine. Il futuro inizia oggi: è investimento nel presente, con la certezza che “la vita è sempre un bene, per noi e per i nostri figli. Per tutti. E’ un bene desiderabile e conseguibile.

Roma,  2 dicembre 2018

IL CONSIGLIO PERMANENTE

DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA




Festival cori giovani 2013

Ritorna con forza il consueto appuntamento lanciato 10 anni fa. Alla sua 11 edizione si dimostra più sentito che mai: CANTA LA VITA E GENERA SPERANZA!
I cori giovanili - nati, cresciuti e rinnovati - accompagnano il CENTRO AIUTO VITA in questa esperienza con uno spirito meraviglioso di attenzione e disponibilità.
E' bastato poco per fare scattare una scintilla che coinvolgerà 21 cori con più di  500 giovani nell'animazione.

.

Il canto nella  gioia  trasformerà due serate in un messaggio di speranza.
Le iniziative sono state accolte a braccia aperte dalle parrocchie ospitanti e dalle amministrazioni che hanno fornito immediatamente il loro patrocinio considerando l'attività rilevante nel contesto culturale


26 GENNAIO 2013 - ore 20.45
Chiesa Parrocchiale di Bovolone

Coro Voci di gioia - Bovolone, Coro Io con Voi - Bovolone, Coro Luminose Armonie - Bovolone, Coro degli Angeli - S. Caterina di Bionde, Coro Giovanile di Terranegra, Coretto Santo Stefano - Stienta (Ro), Coro Giovani - S. Pietro Legnago, Coro Giovani Vigo, Coro Giovani S. Michele - Angiari ,Coro Voci di Gioia -Salizzole

 


9 FEBBRAIO  2013 - ore 20.45
Chiesa Parrocchiale di Minerbe

Voci Bianche di Minerbe, La Sorgente di Minerbe, Giovani Orizzonti di S.Zenone diMinerbe,  Corale San Nicola di Castagnaro, Coro Parrocchiale "Legnago Duomo", Coro Giovani - Porto di Legnago, Coro Giovani - Vangadizza, Coro Giovani - Boschi S. Anna e S. Marco, Coro Giovani di Cerea, Coro Giovani - Casette, Coro Sin-Tonia - Villa Bartolomea

 


Per ogni dettaglio contattare

Giovanni Buoso - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Fiorenza Bianchi - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alcune proposte per poter prepararsi alla prossima giornata per la Vita. Si è cercato di predisporre delle schede/attività , così da permettere dei momenti di riflessione e la "costruzione" di segni da utilizzare durante le S.Messe della giornata stessa (3 febbraio 2013). Inoltre viene riportata una semplice traccia proposta perla messa. Sono attività realizzabili nei gruppi educativi. E' anche possibile organizzare la presenza di volontari del Centro per completare l'incontro.Chi avesse altre proposte da condividere può inviarle al CAV.

.

Info : Fiorenza Bianchi  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0442 27480
Per inviare commenti, proposte , foto di inconti o per richiedere l'organizzazione di un incontro con il CENTRO AIUTO VITA


CANDELA DELLA SPERANZA

Cuore della proposta  è la CANDELA DELLA SPERANZA, disponibile al CENTRO AIUTO VITA di LEGNAGO  e che può essere accesa prima del CREDO da bambini o da una famiglia con queste semplici parole

" In questa giornata vogliamo (come famiglia) a nome di tutta la comunità accendere questa CANDELA DELLA SPERANZA.
Ti preghiamo aiutaci a mantenere viva la fiamma della speranza che possa risplendere per chi ci sta accanto e soprattutto per chi soffre per momenti di difficoltà.Ti chiediamo la forza di trovare gioia nel donarci agli altri sull’esempio di Maria, di credere nel valore supremo della Vita e di rinnovare giorno dopo giorno la nostra fede, accompagnati dalla presenza amorevole dello Spirito Santo .In questo anno della Fede, con  questa speranza rinnoviamo la nostra professione di fede ……."  (si recita il CREDO tutti insieme e la famiglia accende la candela)

La candela  rimanda alla luce, alla vita e alla speranza. Una candela che va bruciata per essere dono agli altri a costo di scomparire/consumarsi.
Invitiamo alla lettura de "LA CANDELA CHE NON VOLEVA BRUCIARE" - Di Bruno Ferrero

Si può quindi generare Vita e dare speranza, vincere la crisi solo se si accetta la sfida della solidarietà e ci si pone gli uni per gli altri ( Solo l’incontro con il “tu” e con il “noi” apre l’“io” a se stesso Tutto questo ci sprona a promuovere una cultura della vita accogliente e solidale ... Che realmente una famiglia assuma la responsabilità di aiutare un’altra famiglia ..La logica del dono è la strada sulla quale si innesta il desiderio di generare la vita, l’anelito a fare famiglia in una prospettiva feconda, capace di andare all’origine – in contrasto con tendenze fuorvianti e demagogiche – della verità dell’esistere, dell’amare e del generare. dal Messaggio dei Vescovi)

La candela è realizzata dalle mamme dello SPAZIO 3 BIMBI del CENTRO AIUTO VITA a mano. E' alta 15 cm e di diametro 7/8 cm. Viene impessa su due lati con la tecnica della fusione della stampa a velina. Da un lato il messaggio di Madre Teresa che accompagna quello della 35^ Giornata per la Vita, da un altro una immagine di mamma, bambino. Scarica il layout della candela. E' necessari prenotarla  entro il 22 gennaio 2013 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0442 27480 in quanto viene realizzata a richiesta. E' gradita un'offerta che possa coprire le spese e sostenere le attività diurne del centro Aiuto Vita.


ATTIVITA' PER GRUPPI ELEMENTARI/MEDIE

Le attività previste per i gruppi vanno adattate alle singole realtà e hanno lo scopo di aiutare i bambini, ragazzi e adolescenti a riflettere sul tema del dono all'altro e sull anecessità ai attivare solidarietà per vincere la crisi e generare Vita.. Generare la Vita vince la crisi e vincere la crisi genera Vita.

I segni sono disegni"ACCENDI LA LUCE E LA SPERANZA"  (1-2-3) elementare e il CRUCILIGHT (MEdie) che possono accompagnare la candela mentre viene portata all'inizio.
I ragazzi di 4-5 elementare invece hanno una attività con dei lumini che vanno composti e portati all'offertorio

Invitiamo i gruppi a proporre piccoli gesti di solidarietà di rinuncia (un pacchetto di figurine, di patatine, un giochetto) che può essere portato in cambio come offerta durante la S.Messa o può essere unito per acquistare materiale (generi etc..) per l'offertorio da donare al CENTRO AIUTO VITA di LEGNAGO. In alternativa è possibile partecipare con il gruppo ad un progetto di solidarietà "ABBRACCIA UNA MAMMA E IL SUO BAMBINO"
Proposta per Elementari e Medie: [PDF] - [WORD]

 


PROPOSTA S.MESSA

  • Proposta per la S.Messa [PDF] - [WORD]

Per un ulteriore approfondimento puoi leggere il messaggio della prossima Giornata per la Vita

"Siamo noi il sogno di Dio che, da vero innamorato vuole cambiare la nostra Vita" è l'apertura per  la prossima 38^ Giornata per la Vita 2016. Vi offriamo le parole che  ci ha donato il presidente Giovanni.

Vola con gli occhi del cuore

Non è facile volare, ma è possibile sognare, aprire i propri occhi e il proprio cuore. E' questo un viaggio che faremo con i laboratori e la visione del nuovo film "Il Piccolo Principe", in occasione della prossima Giornata per la Vita

 

La Giornata per la Vita 2016 si svolgerà il 7 febbraio 2016 e avrà come tema la misericordia.

Un cammino verso la Giornata per la Vita che è cresciuto giorno dopo giorno raccogliendo interesse e attenzione, grazie alla cura e al tempo dedicato dai volontari che hanno voluto testimoniare i valori dell'associazione.

Chi siamo

Il Centro Aiuto Vita è un'associazione di volontariato nata nel 1988 a Legnago e costituita associazione nel 1994.

La sua mission di identifica in 3 punti fondamentali

  1. Promuovere una mentalità aperta all’accoglienza e alla protezione di ogni essere umano, fin dal suo concepimento, in tutte le sue esigenze ed in tutto l’arco del suo sviluppo;
  2. Sostenere con l’aiuto concreto  a coppie ed a madri in attesa di un figlio o, comunque con figli a carico, fino a 3 anni;
  3. Sensibilizzare la comunità cristiana e la comunità civile intorno al valore primario e irripetibile di ogni vita umana

Ultimi articoli

Newsletter

Lascia la tua mail per rimanere aggiornato sulle iniziative del Centro Aiuto Vita
Privacy e Termini di Utilizzo