Centro Aiuto Vita di Legnago
Giovedì, 05 Settembre 2019 00:00

NUOVO BANDO di SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2019

Sono aperte le domande per la selezione di n. 1 giovani (18-28 anni) per il bando 2019 di Servizio Civile Nazionale per il progetto dal titolo

SPACE – Spazi per l’inclusione sociale e l’emergenza abitativa

 

Caratteristiche del progetto:

25 ore settimanali oppure un monte ore di 1.145 ore per 12 mesi (questo monte ore si riduce proporzionalmente nel caso in cui il servizio abbia una durata  tra 8 e 11 mesi).

Inoltre il Servizio civile offre:

  • almeno 80 ore di formazione
  • crediti formativi
  • attestato di partecipazione al Servizio civile
  • riconoscimento e valorizzazione delle competenze acquisite
  • riconoscimento del servizio ai fini del trattamento previdenziale (riscattabile)
  • assegno mensile di 439,50 euro;
  • permessi di assenza variabili proporzionalmente al periodo di servizio (20 giorni per 12 mesi)
  • altri permessi straordinari per circostanze specifiche come la partecipazione ad esami universitari, la donazione del sangue, ecc

Per visionare i dettagli del progetto con relativi obiettivi e attività complete, vai a questo indirizzo  e visita la parte relativa al Centro Aiuto Vita

 

Tempi

Per partecipare, i ragazzi e le ragazze di età compresa tra i 18 e 28 anni, possono fare domanda SOLO ONLINE entro e non oltre le ore 14.00 di giovedì 10 ottobre 2019.

 

Modalità

Gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domande on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.

Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre essere riconosciuto dal sistema, che può avvenire in due modalità:

  1. I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono accedervi esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede.
  2. I cittadini appartenenti ad un Paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia o a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, e i cittadini di Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, possono accedere ai servizi della piattaforma DOL previa richiesta di apposite credenziali al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa.
  3. Per candidarsi al Centro Aiuto Vita di Legnago è necessario selezionare il PROGETTO SPACE e inserire il CODICE DELLA SEDE 63129

Siti a cui collegarsi per candidarsi:

 

Per ogni chiarimento contattare:

Centro Aiuto Vita di Legnago

Tel: 0442.27480

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CSV di Verona

Tel: 045/8011978 interno 6

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 



Giovedì, 30 Maggio 2019 00:00

Bilancio sociale - attività 2018

Approvato dal direttivo alla fine di aprile e dall'assemblea soci del 30 maggio 2019 Il bilancio sociale cerca di raccontarvi i momenti più importanti vissuti dall'associazione nel 2018, caratterizzato dalle tante relazioni costruite personalmente con i volontari e in una rete sempre più grande ed entusiasmante.  

Giovedì, 03 Gennaio 2019 00:00

GPV - 2019 MESSAGGIO DELLA CEI

41a GIORNATA PER LA VITA

3 FEBBRAIO 2018

Messaggio del Consiglio Episcopale Permanente per la 41a Giornata Nazionale per la Vita

“LA VITA E’ FUTURO”

Costruiamo oggi, pertanto, una solidale “alleanza tra le generazioni”, come ci ricorda con insistenza Papa Francesco. Così si consolida la certezza Germoglia la speranza

“Ecco, io faccio una cosa nuova:proprio ora germoglia, non ve ne accorgete? Aprirò anche nel deserto una strada, immetterò fiumi nella steppa” (Is 43,19). L’annuncio di Isaia al popolo testimonia una speranza affidabile nel domani di ogni donna e ogni uomo, che ha radici di certezza nel presente, in quello che possiamo riconoscere dell’opera sorgiva di Dio, in ciascun essere umano e in ciascuna famiglia. E’ vita, è futuro nella famiglia! L’esistenza è il dono più prezioso fatto all’uomo, attraverso il quale siamo chiamati a partecipare al soffio vitale di Dio nel figlio suo Gesù. Questa è l’eredità, il germoglio, che possiamo lasciare alle nuove generazioni: “Facciamo del bene, si arricchiscano di opere buone, siano pronti a dare e a condividere: così si metteranno da parte un buon capitale per il futuro, per acquistarsi la vita vera”(1Tim 6,18-19).

Vita che “ringiovanisce”

Gli anziani, che arricchiscono questo nostro Paese, sono la memoria del popolo. Dalla singola cellula all’intera composizione fisica del corpo, dai pensieri, dalle emozioni e dalle relazioni alla vita spirituale, non vi è dimensione dell’esistenza che non si trasformi nel tempo, “ringiovanendosi” anche nella maturità e nell’anzianità, quando non si spegne l’entusiasmo di essere in questo mondo.

Accogliere, servire, promuovere la vita umana e custodire la sua dimora che è la terra significa scegliere di rinnovarsi e rinnovare, di lavorare per il bene comune guardando in avanti.  Proprio lo sguardo saggio e ricco di esperienza degli anziani consentirà di rialzarsi dai terremoti – geologici e dell’anima- che il nostro Paese attraversa.

Generazioni solidali

per il domani dei nostri figli e si spalanca l’orizzonte del dono di sé, che riempie di senso l’esistenza. “Il cristiano guarda alla realtà futura, quella di Dio, per vivere pienamente la vita – con i piedi ben piantati sulla terra – e rispondere, con coraggio, alle innumerevoli sfide”, antiche e nuove. La mancanza di un lavoro stabile e dignitoso spegne nei più giovani l’anelito al futuro e aggrava il calo demografico, dovuto anche ad una mentalità antinatalista che, “non solo determina una situazione in cui l’avvicendarsi delle generazioni non è più assicurato, ma rischia di condurre nel tempo a un impoverimento economico e a una perdita di speranza nell’avvenire”. Si rende sempre più necessario un patto per la natalità, che coinvolga tutte le forze culturali e politiche e, oltre ogni sterile contrapposizione, riconosca la famiglia come grembo generativo del nostro Paese.

L’abbraccio alla vita fragile genera futuro

Per aprire il futuro siamo chiamati all’accoglienza della vita prima e dopo la nascita, in ogni condizione e circostanza in cui essa è debole, minacciata e bisognosa dell’essenziale. Nello stesso tempo ci è chiesta la cura di chi soffre per la mattia, per la violenza subita o per l’emarginazione, con il rispetto dovuto a ogni essere umano quando si presenta fragile. Non vanno poi dimenticati i rischi causati dall’indifferenza, dagli attentati all’integrità e alla salute della “casa comune”, che è il nostro pianeta. La vera ecologia è sempre integrale e custodisce la vita sin dai primi istanti. La vita fragile si genera in un abbraccio: “La difesa dell’innocente che non è nato deve essere chiara, ferma e appassionata, perché lì è in gioco la dignità della vita umana, sempre sacra, e lo esige l’amore per ogni persona al di là del suo sviluppo”. Alla “piaga dell’aborto” - che “ non è un male minore, è un crimine” – si aggiunge il dolore per le donne, gli uomini e i bambini la cui vita, bisognosa di trovare rifugio in una terra sicura, incontra tentativi crescenti di “respingere profughi e migranti verso luoghi dove li aspettano persecuzioni e violenze”.

Incoraggiamo quindi la comunità cristiana e la società civile ad accogliere, custodire e promuovere la vita umana dal concepimento al suo naturale termine. Il futuro inizia oggi: è investimento nel presente, con la certezza che “la vita è sempre un bene, per noi e per i nostri figli. Per tutti. E’ un bene desiderabile e conseguibile.

Roma,  2 dicembre 2018

IL CONSIGLIO PERMANENTE

DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA




Martedì, 30 Ottobre 2018 00:00

INCONTRO PUBBLICO SULLA LEGGE 194

 

In occasione del quarantesimo anniversario della Legge 194 sulla tutela sociale dell maternità,

in collaborazione con alcune associazioni cattoliche della nostra città:

Medici Cattolici Italiani, Centro italiano Femminile, Consultorio Famigliare di Legnago e Associazione Papa Giovanni XXIII,

Il Centro Aiuto Vita organizza un incontro pubblico dal titolo: 

LEGGE 194: TUTELA DELLA MATERNITA' O DIRITTO ALL'ABORTO?

Venerdi 16 Novembre 2018 - ore 20.45

Sala Civica di Via Matteotti a Legnago 

 

Per affrontare in modo autorevole questo delicato argomento è stata invitata la

Presidente Nazionale del Movimento per la Vita Italiano,

Marina Casini - bioeticista e giurista.

La sua competenza accademica e il suo ruolo istituzionale saranno certamente all'altezza per analizzare da diversi punti di vista questa Legge. 

 

L'evento ha ottenuto il Patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Legnago 

INGRESSO LIBERO E APERTO A TUTTI 

 

 

Sono aperte le domande per la selezione di n. 1 giovani (18-28 anni) per il bando 2018 di Servizio Civile Nazionale per il progetto dal titolo RISE – Realtà per l’Inclusione Sociale e l’Emergenza

 

Caratteristiche del progetto:

  • durata 12 mesi
  • 1 posti per giovani con un’età compresa tra i 18 e i 28 anni e 364 giorni (alla data della domanda);
  • Indennità mensile di 433,80 €;
  • 30 ore settimanali suddivise in 5 giorni;
  • 20 giorni di permesso;
  • Oltre 100 ore di formazione;

Per visionare i dettagli del progetto con relativi obiettivi e attività complete, vai a questo indirizzo  e visita la parte relativa al Centro Aiuto Vita (pag 4 del PDF) 

 

Tempi

La domanda di partecipazione in formato cartaceo, indirizzata direttamente presso la sede del Centro Aiuto Vita di Legnago, Via S. Antonio 18 Legnago oppure al CSV di Verona – via Cantarane, 24, 37069 Verona, deve pervenire entro e non oltre le ore 18.00 del 28 settembre 2018.

 

Modalità

La domanda, firmata dal richiedente, deve contenere:

Ai candidati si consiglia di allegare, anche se non obbligatorio, il proprio curriculum vitae.

Le domande possono essere presentate esclusivamente secondo una delle seguenti modalità:

  1. con Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf; il nostro indirizzo PEC è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;
  2. a mezzo “raccomandata A/R”;
  3. consegnate a mano personalmente presso la sede della nostra associazione.

 

ATTENZIONE: Per ogni bando è possibile presentare UNA SOLA DOMANDA, pena l’esclusione dal bando.

 

Per ogni chiarimento contattare:

Centro Aiuto Vita di Legnago

Tel: 0442.27480

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CSV di Verona

Tel: 045/8011978 interno 6

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 



Sabato, 18 Agosto 2018 00:00

Spritzavita

Un aperitivo insieme accompagnati da ottima musica per conoscere meglio chi è e cosa fa il Centro Aiuto Vita

SPRITZAVITA è il nuovo format per incontrare nuovi amici e far conoscere le nostre attività.  

L'appuntamento è fissato per

VENERDI 31 AGOSTO  

dalle 18.30 alle 21.00

presso il cortile del C.A.V. in via S. Antonio 18 a Legnago. 

Faremo di tutto perché sia una serata piacevole e ricca di chiacchiere e sorrisi. 

Manchi solo tu!

Lunedì, 30 Luglio 2018 00:00

Orario ridotto

Dal 30 Luglio al 12 agosto il Centro Aiuto Vita resterà aperto il martedì e il giovedì dalle 9.30 alle 11.00

Giovedì, 20 Ottobre 2016 00:00

Conoscere e comunicare la vita

Si chiama “Conoscere e comunicare la vita” il corso di formazione promosso nei mesi di settembre, ottobre e novembre fra i nostri volontari e realizzato grazie al contributo del CSV di Verona e il patrocinio del Comune di Legnago.

Martedì, 22 Maggio 2018 00:00

MArcia del Giocattolo

La corsa Natalizia di Verona si tinge di “Vita” e fa correre i partecipanti con un braccialetto a sostegno del nuovo programma di solidarietà “Un asilo per tutti”. E’ questo quanto la rete dei CAV di Verona, che conta 13 associazioni a copertura della provincia e diocesi di Verona, ha creato per rispondere all’appello dell’Associazione ASD Straverona tramite il CSV, Centro Servizio per il Volontariato di Verona.

E’ un progetto pensato per realizzare interventi a sostegno della prima infanzia, quali l’accesso a strutture educative per bimbi fino a 3 anni per favorire la loro crescita e l’accesso ad attività  ricreative per favorire la socializzazione, che di riflesso permetteranno una crescita delle mamme sole o della famiglia.

Il progetto è entrato nel vivo e i CAV si stanno confrontando sull’operatività che sarà immediata dopo l’8 dicembre, giorno in cui Piazza Bra accoglierà la 40^ edizione della Marcia del Giocattolo, insieme alla 3^ Toys Run e alla 7^ Corsa di S.Lucia alle ore 11.00.

Un ricco appuntamento che da sempre unisce lo sport alla solidarietà; proprio per questo i volontari della rete dei CAV hanno deciso di realizzare un punto di incontro in piazza Bra e di creare un gruppo che correrà coinvolgendo simpatizzanti, mamme e bambini.

E’ stata un’occasione per rimettere al centro scopi e intenti comuni che rendono unico e bello lo spirito di squadra.

 

 

 

Venerdì, 22 Dicembre 2017 00:00

Progetti di vita

è questa l’indicazione che troviamo nello statuto del nostro Cav, ma in generale dei Centri Aiuto Vita: sostenere la maternità e la genitorialità per i primi tre anni di vita del figlio. 

Pagina 1 di 3

Chi siamo

Il Centro Aiuto Vita è un'associazione di volontariato nata nel 1988 a Legnago e costituita associazione nel 1994.

La sua mission di identifica in 3 punti fondamentali

  1. Promuovere una mentalità aperta all’accoglienza e alla protezione di ogni essere umano, fin dal suo concepimento, in tutte le sue esigenze ed in tutto l’arco del suo sviluppo;
  2. Sostenere con l’aiuto concreto  a coppie ed a madri in attesa di un figlio o, comunque con figli a carico, fino a 3 anni;
  3. Sensibilizzare la comunità cristiana e la comunità civile intorno al valore primario e irripetibile di ogni vita umana

Ultimi articoli

Newsletter

Lascia la tua mail per rimanere aggiornato sulle iniziative del Centro Aiuto Vita
Privacy e Termini di Utilizzo